“Mi stavo per suicidare, quando Google+ mi ha salvato la vita”



La follia non ha limiti. Pur di indurti a iscriverti, ad aggiungere tanti “amici”, Google+ mi ha detto che “potrei soffrire di solitudine”. La mia prima reazione è stata un sorriso, con retrogusto amaro. Perché questo retrogusto? Io mi reputo abbastanza intelligente da non cadere in simili ‘trappole’, ma mi chiedo come reagirebbe un ragazzino o una ragazzina di fronte a un simile messaggio. Questi social network nel momento in cui cercano di farci interagire con tutti, in realtà ci privano della scelta. Ci mettono di fronte a un bivio, dove da una parte troviamo il mondo del social network, pieno di amici.. Dall’altra la solitudine.

Sarò io che mi faccio mille complessi di tutti i generi, ma qui mi pare che si stia rasentando la follia.

Annunci

Esprimi il tuo pensiero.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...